Dona il tuo 5 per mille alla nostra scuola !!!

Egregi Signori,

       Con il Vostro 5 per mille potremo rendere ancora più aggiornate le nostre aule, potenziare i nostri laboratori e migliorare le nostre strutture, visto che i finanziamenti regionali si riducono sempre più.

 Potete aiutarci semplicemente:

  •  firmando nello spazio del 5 per mille a favore della Fondazione Casa della Gioventù, che non aumenta le tasse che pagate ma consente agli allievi della scuola di avere una formazione migliore;
  • consegnando il modello allegato, al CAF o a chi compila per Voi la denuncia dei redditi .

Grazie per la collaborazione e cordiali saluti.

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2021-2022

Il giorno 4 gennaio 2021 si aprono le iscrizioni al primo anno dei corsi di Istruzione e Formazione Professionale per l’anno scolastico 2021/2022.

Le iscrizioni si effettuano on-line sul portale del MIUR (www.iscrizioni.istruzione.it) attivo dal 4 GENNAIO 2021.

Per ulteriori informazioni sulle modalità di iscrizione clicca qui.

Il codice meccanografico della nostra scuola da utilizzare per l’iscrizione è VICF00800N.

 

AL VIA IL PROGETTO “DIGIT-ALI”. Per le famiglie numerose residenti sul territorio,  dalla Regione del Veneto un voucher di 500 euro destinato all’acquisto di dispositivi digitali per la didattica a distanza dei figli.

!! Aggiornamento !!

– Si accolgono le domande anche delle famiglie con 4 figli, di cui almeno 3 minori + 1 maggiorenne studente scuola superiore o FP, a seguito del rimborso delle altre famiglie con 4 minori;

– Termine per gli acquisti dei dispositivi informatici è stato prorogato fino al 26/10/2020.

 Presentazione delle domande di rimborso entro il 31 ottobre 2020.

Martedì 8 settembre, 2020 – Con “Digit-ALI”, progetto finanziato dalla Regione del Veneto e dal Fondo sociale europeo, a disposizione delle famiglie numerose residenti in Veneto un rimborso di 500 euro a fronte dell’acquisto di dispositivi digitali utili per la didattica e la formazione a distanza dei figli: computer fissi, computer portatili, monitor, stampanti, tablet, smartphone, ma anche periferiche, router, chiavette e dispositivi per la connessione Internet, software…

In Veneto sono circa 6000 le famiglie numerose potenziali destinatarie del voucher. Tra i requisiti necessari per accedere al rimborso, la presenza nel nucleo familiare di almeno quattro figli o tre gemelli di età minore di 18 anni e un ISEE non superiore a 40mila euro.

È possibile richiedere il rimborso degli acquisti effettuati a partire dall’1 febbraio 2020 fino al 30 settembre 2020: farà fede la data riportata sulla documentazione fiscale (scontrino parlante, ricevuta, fattura…). La domanda per il voucher può essere invece presentata entro il 30 ottobre 2020.

«Come Regione del Veneto con il progetto abbiamo voluto offrire un supporto indiretto alle famiglie residenti in Veneto, in particolare a quelle numerose, perché crediamo non ci potrà essere ripartenza se i nuclei familiari continuano a impoverirsi – sottolinea Elena Donazzan, assessore all’Istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità – e vogliamo garantire a tutti gli studenti la possibilità di partecipare alle attività di didattica e formazione a distanza». «Stiamo parlando di 2,7 milioni di euro di risorse legate al Fondo sociale europeo e destinate alle famiglie nell’ambito della “manovra anti-Covid” dello scorso luglio».

Al sito www.famigliedigitali.net sono reperibili tutte le informazioni utili in merito alla richiesta del rimborso: dettagli sui destinatari e i precisi requisiti richiesti, i documenti necessari da presentare, fino all’indicazione degli sportelli per la consegna della documentazione in originale. Per le famiglie sarà possibile chiedere chiarimenti anche tramite mail info@famigliedigitali.net e telefonando ai numeri 049/8658965 o 049/8658955.

La promozione e la gestione del progetto può contare, infatti, su una vera e propria rete creata sul territorio regionale dai suoi partner, a partire dal capofila Enaip Veneto e dai partner operativi Ficiap Veneto e Cnos Fap Veneto. Grazie ai tre enti di formazione professionale in pochissimo tempo sono stati infatti attivati in tutte le province del Veneto, presso le loro sedi, oltre venti sportelli per la gestione delle domande con il coinvolgimento di circa cinquanta operatori a disposizione del pubblico. A breve sul sito anche un calendario di webinar per illustrare il progetto alle famiglie e fornire loro le ”istruzioni per l’uso” per facilitare la presentazione delle domande.

«Si tratta di un progetto importante e particolarmente significativo all’avvio di un anno scolastico che sappiamo sarà pieno di incertezze, in cui la didattica a distanza potrebbe ripresentarsi di nuovo come unica alternativa possibile – spiega a nome dei partner Giorgio Sbrissa, amministratore delegato di Enaip Veneto -. Per noi la scuola da sempre è anche collaborazione e sinergia con le famiglie, al cui fianco vogliamo lavorare ogni giorno come “buoni alleati”: contribuire alla loro innovazione digitale significa non lasciare indietro nessuno».

Il progetto vede inoltre coinvolti sul territorio: Anci Veneto, Acli Veneto, Forma Veneto, Caritas diocesana Rovigo–Il Manto di Martino onlus, Caritas diocesana Padova – Associazione Adam onlus, Caritas diocesana Vicenza–Associazione Diakonia onlus, Diocesi di Belluno-Feltre, Diocesi Patriarcato di Venezia, Forum Terzo settore del Veneto.

È un progetto finanziato da Unione Europea, Ministero del Lavoro e Regione del Veneto, dgr 957/2020 – POR Veneto Fondo Sociale Europeo 2014-2020.

NUOVA DATA SELEZIONE CORSI OSS 2020/2021

Sei interessato a partecipare alla selezione per i prossimi corsi per Operatore Socio Sanitario?

!!! Nuova data di SELEZIONE CORSO OSS 22 OTTOBRE 2020 !!

Scarica qui la domanda di partecipazione alla selezione da inviare via mail, con i documenti richiesti, a formazionecontinua@cfptrissino.it entro le ore 12 del 19 ottobre 2020 e leggi le novità dei corsi OSS per l’anno 2020/2021 sul seguente link.

Auguri di Buona Pasqua e lettera Assessore Elena Donazzan

Ricordando ad allievi e famiglie che le lezioni in FAD saranno sospese per le Vacanze Pasquali dal 09 al 14 aprile 2020, abbiamo il piacere di condividere la lettera dell’assessore all’Istruzione, Formazione, Lavoro e Pari Opportunità, Elena Donazzan, e di unirci ai complimenti e agli auguri fatti.

Scarica la lettera di Auguri e ringraziamento dell’assessore Elena Donazzan ad Allievi, Famiglie e  Docenti.

Lettera aperta da Scuola Centrale Formazione

Carissimi,
abbiamo ritenuto di scrivere una lettera aperta anche prendendo spunto dalle sollecitazioni che ci arrivano da ogni parte ed in primis dal nostro “vissuto”.Diamo per scontato che ormai tutti sappiano tutto (perfino forse troppo….) sull’andamento dell’epidemia.
Tutti noi abbiamo in qualche modo un timore per noi stessi, per le nostre famiglie, in particolare per quelli più deboli, che ci fa preoccupare tanto, tanto e ancora tanto.C’è un problema di “certezze” che vengono meno e sembra che non si veda la “fine del tunnel…”.
Sappiamo che ci sarà la luce e dobbiamo fare tesoro del nostro “oggi”.Abbiamo pensato di fare una riflessione in 4 punti:

1) Solidali con tutti. Tifiamo per i nostri ragazzi.
Le nuove generazioni sono le realtà più fragili e che dobbiamo maggiormente preservare rispetto a questa emergenza. Molti hanno figli, nipoti, parenti…noi pensiamo al loro futuro e ci impegniamo di conseguenza.
Ci riconosciamo (qui allegata) nella mail mandata all’assessore della Formazione Professionale della Regione Veneto da FORMA-Veneto, dalla CISL regionale e da Confindustria Veneto, che ben rappresenta i problemi e le emergenze della formazione professionale.  Vogliamo dire e ri-dire che i giovani sono tutti uguali. E’ proprio in questo momento che serve dirlo ….“senza se e senza ma….”

2) Condividiamo coi nostri enti: “noi siamo con voi”
Condividiamo la riflessione di un nostro collega: “E’ un momento in cui, paradossalmente, la lontananza fisica ci fa sentire più famiglia e più comunità. Forse da questo male comune riusciremo a capire di più il valore e il concetto stesso di bene comune. E ad apprezzarlo e, magari, difenderlo. A me viene in mente la scena finale di un film di Don Camillo in cui lui dice Messa da solo nella chiesa allagata, ma tutti, al suono della campana si fermano sull’argine e si sentono un’ unica famiglia, il sindaco come il prete, il ricco proprietario come il bracciante. Speriamo di fare tesoro di questi momenti che stiamo vivendo, costretti a riprenderci il tempo nostro, ed ad andare “all’essenziale” che, mai come in questi giorni…..”
Ci siamo incuriositi e ho recuperato quello che tutti ricorderanno https://www.youtube.com/watch?v=AWH3v6b5LQIQuetse
La miseria del nostro tempo non è solo economica , ma anche consapevolezza dei nostri limiti personali e dell’intera società.

3)  Tutti noi possiamo fare la differenza (insieme)
Tutti noi rimaniamo attivi anche da casa. Siamo consapevoli che NOI possiamo fare la differenza.
La nostra attività è operare per “comunicare” e costruire le Comunità di pratica a distanza “un ambiente” in cui ci si possa relazionare tra formatori. Ancora non c’è tanta esperienza, ma operiamo insieme credendo che questo sistema a distanza sarà sempre più in uso e di crescente importanza in futuro. Il primis il nostro problema è supportare la volontà degli enti soci per costruire relazioni a distanza con gli allievi ed in particolare con i ragazzi.

Tutti gli Erasmus sono tornati a casa (gli ultimi 3 giorni fa).
Torneremo nel mondo perché il mondo (e non è arroganza….) ha bisogno di noi.

4)  Speranza e certezza:
Prendiamo spunto da un commento di Facebook: “Quando questa emergenza passerà, perché passerà! Spero che tutti ci ricorderemo che sono le tasse a finanziare la sanità pubblica, quella che sta reggendo la botta maggiore di tutto ciò. Chissà se come popolo diventeremo più comunità e meno gente. “
Questo è l’opportunità che abbiamo di fronte: più comunità …e non c’è la “scelta”.

La certezza è che non sarà come prima; ma noi saremo migliori perché abbiamo vissuto questa esperienza e ci siamo “protetti” sia dal virus che dalla solitudine o, peggio, dell’indifferenza.
Saremo anche migliori perché  avremo compreso, ancora di più, i tempi difficili dei fondatori dei nostri Enti e Centri che hanno dovuto superare, per il bene e il futuro dei giovani di allora, ostacoli apparentemente insuperabili trasmettendo così i valori della generosità, della solidarietà, della fiducia in Colui che ci protegge da lassù.

Questa lettera deve essere condivisa con tutti perché “andrà tutto bene” solo insieme.

Un forte abbraccio (virtuale) a tutti.
 
Emilio Gandini, Presidente Scuola Centrale Formazione
Franco Bissaro, Consigliere delegato all’amministrazione
Giovanni Zonin, Direttore Scuola Centrale Formazione 

INFORMATIVA FAD

Informiamo allievi e famiglie che da domani giovedì 19/03 e fino a data da definire le lezioni in FAD saranno concentrate solo al mattino con il seguente orario:

1° ora dalle 8,00 alle 9,00

2° ora dalle 9,00 alle 10,00

3° ora dalle 10,15 alle 11,15

4° ora dalle 11,15 alle 12,15

5° ora dalle 12,30 alle 13,30

Con l’occasione comunichiamo a tutti I GENITORI DEGLI ALLIEVI DELLA SCUOLA E AGLI ALLIEVI MAGGIORENNI che è disponibile sul sito della scuola al seguente link https://www.cfptrissino.it/wp-content/uploads/2020/03/Comunicazione-077-1920-Informativa-FAD-per-allievi-e-genitori.pdf  l’INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE N. 679/2016 DEL 27 APRILE 2016 SULLO SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’ “FORMATIVA A DISTANZA”

La direzione

Emergenza COVID-19: la lettera della dott.ssa Greta Maria Sinico

Agli insegnanti
Al personale amministrativo e ATA
Alle famiglie
Ai ragazzi e alle ragazze
della Scuola di Formazione Professionale

Carissimi,

quello che stiamo attraversando è un momento molto buio e pesante e desidero condividere con voi alcune riflessioni fatte in questi giorni.

È complesso gestire l’aspetto emotivo in una situazione in cui ci si trova come catapultati, in cui la mente non è pronta, preparata ad accogliere un’emergenza. Arriva come una forte e gigante onda improvvisa e lascia un senso di smarrimento, desolazione, solitudine. Si fa fatica a mettere insieme i pezzi, a dare senso a ciò che sta accadendo e la si teme perché non si sa come fare per proteggersi. E mentre sei in apnea e pensi solo a riemergere e a tornare a respirare godendo delle tue libertà, molte emozioni ti attanagliano.

In questo momento, con l’emergenza COVID-19 attiva e con le limitazioni decretate nei giorni scorsi, ci si trova a fronteggiare delle sensazioni che sono normali in una situazione che non è normale.

C’è la perdita della routine da una parte e, dall’altro, il bisogno di prendersi cura di sé e di proteggersi.

Quando succede qualcosa di improvviso, imprevisto, imprevedibile e non voluto, che sconvolge la nostra vita, cambiandola radicalmente, le persone possono viverla come evento traumatico.

Conosco personalmente e professionalmente questo stato d’animo e so che ciò che può essere d’aiuto in momenti come questo è avere qualcuno vicino di cui fidarsi e a cui affidarsi, qualcuno cioè che ci tranquillizza e ci conforta. Avviene una cesura tra il prima e il dopo e a volte può essere difficile mettere insieme le cose, ieri con oggi, ricucendo ciò che si è spezzato.

Ci si può sentire increduli, confusi, disorientati, smarriti e soprattutto soli.

Ma così come abbiamo nuotato per risalire a galla, così possiamo guardare avanti, facendoci forti delle esperienze precedenti.

Diventa fondamentale scegliere, anche se sembra di non avere scelta in questo momento, come affrontare questa situazione. Scegliere di mantenere la propria routine con i rispettivi orari e una strutturazione del tempo; scegliere di prendersi cura di sé ogni giorno e prepararsi come se si dovesse uscire di casa; scegliere di stare nel “qui ed ora” della situazione piuttosto che proiettarsi in avanti con pensieri catastrofici e che vanno ad alimentare la preoccupazione per il dopo; scegliere di guardare fuori dalla finestra o stare in terrazzino della propria casa per non perdere il contatto con la realtà; scegliere di mangiare in modo salutare e fare dell’attività fisica in casa; scegliere di informarsi solo da fonti certe solo un paio di volte al giorno per evitare l’information overload; scegliere di curare i rapporti interpersonali, anche a distanza; scegliere di mantenere la consapevolezza che queste restrizioni saranno per un periodo limitato di tempo.

Infine, ricordate che non siete soli. Seppur lontani fisicamente, si può essere molto vicini l’un l’altro emotivamente… può essere l’occasione giusta per riscoprire i rapporti autentici e profondi che, a volte, nella frenesia della propria routine, si rischiano di perdere di vista.

Insieme ce la possiamo fare.

Dott.ssa Greta Maria Sinico
Psicologa Psicoterapeuta e psicologa dell’emergenza

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2020-2021

Il giorno 7 gennaio 2020 si aprono le iscrizioni al primo anno dei corsi di Istruzione e Formazione Professionale per l’anno scolastico 2020/2021.

Le iscrizioni si effettuano on-line sul portale del MIUR (www.iscrizioni.istruzione.it) attivo dal 27 dicembre.

Per ulteriori informazioni sulle modalità di iscrizione clicca qui.

Il codice meccanografico della nostra scuola è VICF00800N.

❗️❗️❗️ATTENZIONE !!! Da oggi Lunedì 10 febbraio 2020 riaprono le #iscrizioni per l’anno scolastico 2020/2021
Non ti sei ancora iscritto? ??
Chiamaci al n. 0445 962022 e ti daremo tutte le informazioni ??