automative trends for the futureVET Digital Innovation

Piano di sviluppo e Coesione della Regione del Veneto

Intervento finanziato con risorse FSC 2021-2027 Stralcio

Area tematica “n. 11 Istruzione e formazione”Settore “n. 11.02 Educazione e formazione”

 

CUP: H61I23000030007
Per saperne di più consulta il portale unico nazionale Opencoesione.gov.it

DATA: 08/06/2023

 

Progetto realizzato da:
    

 

Obiettivi Generali

Il Bando DGR Veneto n.179/2023 “VET Digital Innovation” ha l’obiettivo di mettere il sistema dell’IeFP nelle migliori condizioni infrastrutturali possibili per garantire percorsi formativi di qualità in linea con i fabbisogni del sistema economico regionale, specie per i settori interessati dalle transizioni verde e digitale.

L’obiettivo è l’allestimento di laboratori ad alto valore tecnologico aggiunto attraverso l’acquisizione di dotazioni digitali, allo scopo di realizzare nuovi modelli educativi e formativi grazie ad ambienti di apprendimento adeguati e innovativi e a laboratori formativi 4.0.

 

Partner

Nella logica collaborativa e nell’ottica di creazione di sinergie, le Scuole di Formazione Professionale “Fondazione Casa della Gioventù” di Trissino, “Fondazione Anna Rossi Saugo – ETS” di Thiene e “IRPEA Istituti Riuniti Padovani di Educazione e Assistenza” di Padova hanno presentato ed avuto approvato il progetto “Automotive trends for the future” a valere sul bando Vet Innovation per un finanziamento complessivo di 243.902,44 Euro.

Le Scuole di Formazione coinvolte intendono sviluppare una collaborazione partenariale strategica per l’allestimento di laboratori formativi 4.0 nel settore dell’automotive, ad alto valore tecnologico e digitale, che possano essere nelle tre sedi risorsa condivisa, sia con attività da svolgere in presenza, che con attività di formazione a distanza e di realtà aumentata.

L’obiettivo è mettere in connessione più realtà formative che si interfaccino attraverso gli strumenti digitali e permettano di far seguire lezioni laboratoriali in presenza per alcune classi e in realtà virtuali per altre classi. In questo modo la collaborazione diventa ancora più vantaggiosa, poiché gli spazi laboratoriali possano essere condivisi sia in presenza sia a distanza, offrendo maggiori possibilità formative e competenze agli studenti delle Scuole Professionali in rete.

Per raggiungere tale obiettivo saranno implementati nelle tre sedi formative nuovi laboratori con Sistemi di Auto Diagnosi, Elettronica e Simulazione Auto, Verniciatura e rilevazione dati con Software gestionale con pacchetto “Carrozzeria 4.0”, in una ottica di complementarietà degli investimenti all’interno della stessa filiera formativa dell’Automotive.

La scelta di investire nei laboratori automotive nasce per rispondere alle molteplici richieste del territorio che sempre più necessita di competenze specifiche in diversi ambiti tecnologici avanzati, sviluppate in contesti di attività autentiche e di simulazione di ciò che effettivamente avviene in ambiente di lavoro. Si tratta di laboratori in cui la strumentazione permetterà sempre più di tenere il passo con i tempi, soprattutto nel settore dell’elettronica per l’auto, dell’e-mobility, della guida autonoma, dell’infotainment e della carrozzeria, con una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale, in ottica di recupero e riciclaggio delle parti, dei componenti e delle materie prime.

 

Obiettivi specifici

Per raggiungere gli scopi prefissati, Fondazione Casa della Gioventù di Trissino (VI), grazie alla sua quota di finanziamento pari a 132.666,60 Euro, prevede l’acquisto, in un laboratorio di nuova implementazione, di due simulatori complessi a pannello comprensivi della parte elettrica/elettronica e meccanica con presa EOBD-II per l’accesso alle informazioni di sottosistema; una sezione didattica di motore hybrid con cambio automatico sempre con presa EOBD-II; una sezione di veicolo hybrid con meccanica ed elettronica di ultima generazione con presa EOBD-II; una sezione di veicolo full electric con meccanica ed elettronica di ultima generazione con presa EOBD-II.

I prodotti di cui sopra permetteranno la diagnosi con piena compatibilità ai sistemi AUTEL e Texa utilizzati nei laboratori, la simulazione dei guasti, l’analisi dei dati e la soluzione dei problemi sia in presenza che da remoto, permettendo quindi alle scuole partner di connettersi e di effettuare le diagnosi a distanza.

In aggiunta a ciò, è previsto l’acquisto di un sistema audio/video in grado di supportare i nuovi approcci didattici e di poter svolgere adeguatamente didattica a distanza, composto da un tablet interattivo da 86” con PC integrato e doppio sistema operativo, un “Room System” con 2 telecamere intelligenti, un microfono con relativa workstation espandibile per visualizzare le parti meccaniche ed elettroniche dei simulatori e di seguire anche a distanza le operazioni di diagnosi e soprattutto gli interventi di riparazione e collaudo.

Altre attrezzature e tecnologie sono più direttamente riferibili al completamento del laboratorio di Autoriparazione come uno smontagomme automatico S228 Pro 230V, una equilibratrice elettronica 3-D digitaleS830, una unità multifunzionale RCCS 3 BT TEXA per la taratura e la calibrazione multipara di radar e telecamere equipaggiata con monitor e PC, sei software specifici IDC5 Plus car, due strumenti di diagnosi Axone Nemo Mini con software e Navigator TXT multihub e una Stazione Clima Confort 720r touch Texa con display e interfaccia utente.

La Fondazione Casa della Gioventù di Trissino (VI) è già in avanzata fase di costruzione dei nuovi locali che ospiteranno le attrezzature acquistate nei termini del bando e gli allievi che usufruiranno delle tecnologie stesse.

 

RCCS 3 - nuova struttura TEXA per la calibrazione dei sistemi ADAS che la SFP Trissino acquisirà a breve
Le nuove strutture di carrozzeria realizzate dalla SFP ” Saugo” di Thiene